Stai ascoltando "Salve Regina" di Padre Davide da Bergamo

L'organo Agati
opera n. 436 anno 1855

 

Scheda descrittiva

 

Organo Agati opera n. 436/1855

        L'organo stato costruito da Nicomede Agati e fratelli di Pistoia nel 1855 (opera n. 436) per il Santuario della Misericordia di Savona. E' infatti antecedente alla costruzione dell'attuale santuario.

        Acquistato nel 1927 dalla parrocchia di Millesimo, stato poi ricomprato dall'amministrazione del Santuario del Deserto per 5.000 lire, con una stima di lire 1.500. Era stato pagato pi del triplo.

        Posto in cantoria sopra l'ingresso principale, costituito da una cassa lignea dipinta, addossata alla parete, con paraste laterali dorate e timpano semicircolare. Il telone originario dipinto che ricopriva le canne mancante.

        La facciata composta da 31 canne con labbro superiore a mitria dal Do1 del Principale 8 Bassi, disposte a cuspide con ali. Le bocche seguono un andamento contrario alle cuspidi. La tastiera composta di 56 tasti in osso ed ebano (Do1 - Sol 5) con prima ottava cromatica. La divisione tra Bassi e Soprani posta ai tasti Fa3-Fa#3.. La pedaliera stata ricostruita a leggio con 20 pedali, comprendente anche la terzamano. A destra della pedaliera sono presenti due pedaletti dei tre che erano in origine:

        - Uccelliera (mancante)
        - Combinazione libera alla lombarda
        - Tiratutti del Ripieno

        I registri sottoelencati (nell'ordine di presenza) sono azionati da manette ad incastro disposte verticalmente su due file a destra della tastiera.

[Manetta soppressa]
Clarone 4' Bassi Principale 16' Bassi      (dal do2)
Tromba 8' Bassi Principale 16' Soprani
Tromba 8' Soprani Principale 8' Bassi
Cornetto 3 file Soprani Principale 8' Soprani
Nasardo Soprani *                        [2'2/3] Principale II 8' Soprani     (dal do3)
Ottavino 2' Soprani Ottava Bassi
Flagioletto 1' Bassi Ottava Soprani
Flauto in VIII Bassi Duodecima Bassi
Flauto in VIII Soprani Duodecima Soprani
Flauto in Selva Bassi                      [8'] Decimaquinta                      [rit. Sol#4]
Flauto in Selva Soprani Sesquialtera Bassi
Voce Angelica Soprani *               [8'] Decimanona                        [rit. Do#4]
Corno di tuba dolce 16' Soprani Vigesimaseconda                [rit. Re#3-4]
Corno Bassetto Bassi                    [8'] Due di Ripieno                    [rit. Si2-3/Re#3-4-5]
Corno Inglese Soprani                   [16'] Due di Ripieno                    [rit. Do3-4-5/La#1-2]
Cornetto Chinese Soprani              [5'1/3] Contrabbassi 16'                 [ped.]
Viola 4' Bassi Bassi 8'                               [ped.]
  Bassi di rinforzo 4'               [ped.]

* registri ricostruiti nel restauro del 1995-1997

        I mantici (a lanterna e a cuneo) erano alimentati originariamente tramite l'aria generata da una ruota girata a mano. Ora presente un motore elettrico che aziona a sua volta un elettroventilatore.

        Il somiere maestro "a vento" di ottimo legno di noce ancora oggi esente da tarlo. Ai lati e sul fondo della cassa armonica sono presenti anche i somieri per le canne di basseria, sostituiti nell'ultimo restauro a causa del degrado.

        Pressione: 55 mm in colonna d'acqua

        Corista: La3 444 Hz alla temperatura di 17 C.

        Il restauro stato effettuato dalla "Antica Bottega Artigiana Brondino - Vegezzi Bossi" di Centallo (Cn) nel periodo 1994-1997, con la consulenza storica del professor Maurizio Tarrini (Commissione per la Tutela degli Organi Artistici della Liguria) e con la consulenza tecnica del Maestro Don Umberto Pineschi di Pistoia.

 

 

home